INTERVENTO DI MARCO FRANCESCO DORIA , INFERMIERE PROFESSIONALE E TERAPEUTA PER LA SALUTE, AL 1° CONGRESSO NAZIONALE DI NATUROPATIA DELL'ISTITUTO RIZA DEL 6/8 LUGLIO 2002

L'evoluzione naturopatica della professione infermieristica :

il modello Harmonia

La scelta di realizzare un modello è stata segnata dall'esperienza con tecniche complementari per circa 15 anni individuandone le potenzialità e i limiti . Già ci sono anche i limiti.
Ho utilizzato , lo shiatsu , la moxibustione , la cromopuntura secondo Peter Mendel, la floriterapia di Bach , la bioenergetica gentile all'interno della mia attività terapeutica conseguendo dei risultati ma solo dopo tempo a volte molto tempo. Ho definito l'armonico utilizzo di tali tecniche all'interno di una relazione empatica : incontro di equilibrio bioenergetico.
Il limite di tali approcci è proprio il fattore temporale se si desidera che siano efficaci .Il tempo ha un costo e alla lunga le fasce sociali che possono usufruirne sono quelle medio-alte.
Il fattore tempo è direttamente legato al livello di struttura della corazza carattero-muscolare presente nella persona e nella famiglia e nella società. La corazza ha finalità di adattamento all'ambiente , quando questo diventa difficile o al limite invivibile la corazza diviene capace di rendere insensibile alla vita , con tutto ciò che questo comporta.
Vivo e lavoro in Valtellina , un territorio difficile e notoriamente "chiuso" , con individui
particolarmente corazzati ; infatti l'epidemiologia ci indica che i livelli di mortalità sono quelli generali , nonostante l'ambiente naturale apparentemente piu' vivo.Quindi anche in Valtellina si muore precocemente di malattie cardiovascolari , tumori e morti violente , il suicidio è quasi fisiologico tanto è frequente . Il modello Harmonia si propone una serie di azioni atte alla cura e alla prevenzione : primaria in particolare, ma anche secondaria e terziaria.
Al centro del modello c'è una profonda consapevolezza bioenergetica che affonda le sue radici
nella cultura cinese e nell'opera di W.Reich e dei suoi continuatori nell'ambito della psicologia
somatica. La formazione della corazza carattero-muscolare è sempre piu' precoce , iniziando a svilupparsinel periodo uterino e strutturandosi nei primi anni di vita , quindi è opportuno occuparsi deigenitori e in particolare di quelli in crisi.
Il sostegno alla famiglia è centrale, anche quando mi occupo dell'individuo il mio intervento tiene conto della prospettiva famigliare , in particolare , quando ci sono bambini o neonati.
Ai genitori in crisi con neonati viene offerta l'opportunità di attingere al pronto soccorso emozionale al fine di centrare i genitori nella loro funzione naturale , riducendo il livello di stress
interno.
Alla famiglia sono proposti corsi di approfondimento : in Massaggio Bioenergetico Dolce per il neonato e per l'Equilibrio Psicofisico Famigliare.
Ad oggi ho seguito un centinaio di coppie mamma-neonato presso il consultorio di Tirano grazie alla legge 23/99 della Regione Lombardia , un'esperienza importante che ha confermato la precocità con cui la pulsazione vitale si altera e come i segmenti corporei si predispongono a
uno stato biopatico.
Infine alla comunità sono proposti laboratori anti-stress , di autoregolazione bioenergetica e
di wudang-qi-gong , raffinata e semplice arte di gestione , accumulo e purificazione dell'energia vitale.
Ho avuto il grande piacere di conoscere il Maestro Sun jun quing presso l'istituto Nazionale dei Tumori di Milano , grazie alla collega Cristina Martella che mi ha coinvolto nella formazione del personale infermieristico , pratico il wudang individualmente e in gruppo ricevendone un benefico costante.
La frequenza al corso di naturopatia presso l'INT è stata un'occasione per socializzare con i colleghi allargare ulteriormente le mie vedute con il contributo dell'esperienza dell'Istituto Riza .
Concludo, dicendo , che operare per la salute in questa società è complesso: bisogna occuparsi principalmente della propria salute, per poi essere in grado di agire individualmente , nella famiglia e nella comunità . Per la mia esperienza servono i 3 livelli citati per essere realmente efficaci .

Grazie dell'attenzione e buon lavoro

Milano 8 luglio 2002